Vicino a: Pienza (11 km), Montalcino (31 km) 

Terme: Chianciano Terme (Km. 13), Bagno Vignoni (Km. 15)

Distanze da:  Siena 64 km - Firenze 129 km - Roma 179 km - Pisa Aerp. 178 km. 

Montichiello è un minuscolo borgo medievale fortificato noto come la "terrazza della Val d'Orcia", per la sua meravigliosa posizione collinare che offre una vista ampia e straordinaria su Pienza e le ondulate colline circostanti. Le sue spesse mura e torri difensive sono conservate solo in parte, solo 3 delle 17 torri originali sono sopravvissute. Nella parte più alta del paese si trova la Torre del Cassero, che fortunatamente è rimasta intatta ed è ora di proprietà privata. Entrate nel villaggio da Porta Sant'Agata attraverso una bellissima torre di avvistamento pendente e la vostra attenzione viene presto catturata dalle case in pietra finemente restaurate, splendidamente adornate da vasi di fiori colorati e deliziosi balconcini. Il villaggio conserva ancora le sue affascinanti caratteristiche medievali con i suoi archi perfetti, le antiche scale, i graziosi davanzali delle finestre e i caratteristici balconi. 

*********************************************************************************************************************************************************

Montichiello is a tiny fortified medieval village known as the terrazza della Val’ Orcia” - the terrace of Val d’Orcia-  for its wonderful hilltop position offering vast and outstanding views over Pienza and the surrounding waving hills. Its defensive thick walls and towers are preserved only in part, just 3 of the original 17 towers have survived. In the highest part of the village you find the Torre del Cassero, that fortunately has remained intact and is now of private property. You enter the village by Porta Sant’Agata through a beautiful leaning watchtower, and your attention is soon captured by the finely restored stone houses, beautifully adorned by colorful flower pots and lovely little balconies. The village still maintains its charming medieval characteristics with its perfect arches, ancient stairs, lovely window sills, and characteristic balconies.

Questo affascinante villaggio è molto noto come la "città ideale del Rinascimento", creazione del grande umanista Enea Silvio Piccolomini che in seguito divenne Papa Pio II. Piccolomini ebbe i soldi e l'influenza per trasformare il suo villaggio natale, l'umile Corsignano, in quella che considerava la città utopica, esemplificando i principi e la filosofia dei tempi classici e del grande Rinascimento italiano. Così, Pienza divenne la realizzazione di un sogno! Il progetto è stato progettato dall'architetto Bernardo "il Rossellino" sotto la guida del grande umanista Leon Battista Alberti.

*********************************************************************************************************************************************************

This charming village is widely known as the "ideal city of the Renaissance", the creation of the great humanist Enea Silvio Piccolomini who later became Pope Pius II. Piccolomini had the money and influence to transform his birthplace village, the humble Corsignano, into what he considered the Utopian city should be, exemplifying the principles and philosophy of classical times and of the great Italian Renaissance. Thus, Pienza became the realization of a dream! The project was designed by the architect Bernardo "il Rossellino" under the guidance of the great humanist Leon Battista Alberti.

Questa zona della Toscana vanta infinite colline ondulate ricoperte di grano o girasoli, una ricca valle verde che racchiude il fiume Orcia, da cui la zona prende il nome, e da non dimenticare i suoi vigneti per i rinomati vini del Brunello ed il nuovo arrivato il mercato, la Val d'Orcia DOC. Non sorprende che questo territorio, che si estende lungo le province di Siena e Grosseto, sia protetto dall'UNESCO come patrimonio dell'umanità.

*********************************************************************************************************************************************************

This area of Tuscany boasts of endless rolling hills covered with grain or sunflowers, a rich green valley which encompasses the Orcia river, from which the zone derives its name, and don’t forget the vineyards for the renowned wines of Brunello and the newcomer on the market, the Val d’Orcia DOC. It is no wonder that this territory, which stretches along the provinces of Siena and Grosseto, is protected as a World Heritage Site by UNESCO.

La città è stata resa incredibilmente ricca e famosa dal suo vino Brunello, uno dei migliori e più apprezzati vini italiani al mondo. Montalcino era già noto per i suoi pregiati vini rossi nel XV secolo. Tuttavia, la preziosa formula del fantastico Brunello fu inventata nel 1888 da Ferruccio Biondi Santi, che per primo ebbe l'idea di tralasciare le uve utilizzate nella tradizionale ricetta del Chianti, come il Canaiolo e il Colorino, e di utilizzare solo la varietà Sangiovese. Prima che il Brunello sia pronto, deve invecchiare per un minimo di 5 anni, 2 dei quali devono avvenire in botti di rovere, mentre il Rosso di Montalcino è pronto dopo solo un anno di invecchiamento. Tra i molti rinomati produttori di vino della zona troverete Biondi-Santi, Schidione e Banfi.  

Montalcino non è solo vino, è anche molto ricco di tesori artistici. Il centro storico è dominato dalla possente e imponente Rocca o fortezza costruita nel 1361 per segnare il passaggio di Montalcino sotto il dominio di Siena. I panorami dai suoi bastioni sono spettacolari, che si estendono verso il Monte Amiata, attraverso le Crete fino a Siena e attraverso tutta la Valdorcia e le colline della Maremma.

*********************************************************************************************************************************************************

The town has been made incredibly rich and famous by its Brunello wine, one of the world's best and most appreciated Italian wines. Montalcino was already well-known for its fine red wines during the 15th century. However, the precious formula of the fantastic Brunello was invented in 1888 by Ferruccio Biondi Santi, who first had the idea of leaving out the grapes used in the traditional Chianti recipe, such as Canaiolo and Colorino, and using only the Sangiovese variety.

Before the Brunello is ready, it must age for a minimum of 5 years, 2 of which must take place in oak barrels, while the Rosso of Montalcino is ready after only one year of aging. Amongst the many renowned wine producers in the area you will find Biondi-Santi, Schidione and Banfi.

Montalcino is not just wine, it is also very rich in artistic treasures. The historical center is dominated by the mighty and imposing Rocca or fortress built in 1361 to mark the passage of Montalcino under the domination of Siena. The views from its ramparts are spectacular, stretching towards Monte Amiata, across the Crete to Siena, and across all of the Valdorcia and the hills of Maremma.